Focus

10 differenze tra chi ama il Cinema davvero e chi per finta

Questo articolo si intitola così perché “10 differenze tra chi ama il Cinema davvero e chi per mettersi in mostra e fare il maledetto poser hipsterino radical chic di merda” era troppo lungo. Ma sappiatelo, il vero titolo era proprio questo.

Il Cinema è democraticamente di tutti, è un’arte universale che sa racchiudere le caratteristiche della pittura, della letteratura, della fotografia, del teatro, della musica e della scultura. Il Cinema è luce in movimento, e per questi ed altri motivi è da venerare con la giusta purezza d’animo.

Purezza d’animo… ahhhhhh, qualità rara tra questi giovani d’oggi. Che epoca difficile. Ma niente paura: per l’edizione “The MacGuffin per il sociale”, ecco a voi 10 semplici differenze che vi aiuteranno a distinguere chi ama il Cinema davvero e chi no.

1. Chi ama il Cinema davvero va al cinema.

Chi ama il Cinema per finta va al cinema, ma non senza prima aver pubblicato su Facebook “PincoPallinoHipsterino sta guardando film uzbeko del 1948 sottotitolato in danese“, faccina con occhi a cuoricino, cuore, cuore.

2. Chi ama il Cinema davvero sceglie un film perché glielo ha consigliato un amico o perché ha letto una bella recensione.

Chi ama il Cinema per finta sceglie di vedere un film perché vuole assolutamente lasciare la sua recensione-testimonianza al mondo (che non gliel’ha mai chiesta).

3. Chi ama il Cinema davvero guarda un film perché ha voglia di farlo.

Chi ama il Cinema per finta guarda un film per dovere, per farsi una cultura, per darsi un tono, per far sapere al suo pubblico che lo ha visto, guardate, ho il poster, guardate che belle gif che pubblico, guardate ho messo Jules e Jim come immagine di copertina, Repubblica XL mi fa un baffo, come sono colto, piacciatemi tutti oh, miei amici indie underground.

“Ahhh che bella la Lollobrigida in questo film, che poesia, che classe!”

4. Chi ama il Cinema davvero guarda un film per emozionarsi, per ridere, perché vuole dimenticarsi della sua vita per due ore e viverne un’altra.

Chi ama il Cinema per finta guarda un film perché fa figo.

5. Chi ama il Cinema davvero sa spiegare perché un tal film gli è piaciuto o meno.

Chi invece ama il Cinema per finta, prima e dopo la visione di un film sente il bisogno fisiologico di leggersi tutte le recensioni del Morandini, del Mereghetti, Cineblog, La Repubblica, Il Corriere della Sera, TV sorrisi e canzoni, Focus Junior, Donna Moderna e Famiglia Cristiana. Solo allora si sentirà sicuro e forte delle SUE idee.

6. Chi ama il Cinema davvero, se si discute di un film che non ha visto, lo ammette, con tranquillità e pace dei sensi.

Chi ama il Cinema per finta finge di averlo visto, con audace faccia da culo, adattando i suoi toni alla conversazione, per poi andare in bagno, leggere segretamente la trama su Wikipedia, memorizzare regia, anno, attori, dare un’occhiata record alla prima recensione quotata su Mymovies.it. Tornare in ultimo trionfante, con gli amici che discutono di un altro film. Che non ha visto.

7. Chi ama il Cinema davvero ha i suoi gusti, ma spazia tra i generi.

Chi ama il Cinema per finta: “Quel film è un’americanata sopravvalutata, quei 7 Oscar sono merda, l’Academy è merda, il cinema italiano è merda, questa società che ci obbliga all’alienazione e al conformismo è una merda!”. E se ne va indignato, sorseggiando Cedrata Tassoni, con in mano La Nausea di Sartre, appena comprato al mercatino vintage. Non lo leggerà mai.

Raga comunque la cedrata Tassoni è buonissima.

8. Chi ama il Cinema davvero ha molto apprezzato Il favoloso mondo di Amélie, (500) giorni insieme e Bianca di Nanni Moretti.

Chi ama il Cinema per finta si reputa il primo vero pioniere intenditore dei suddetti film, “che 500 Days of Summer – guai a tradurre il titolo – quando lo guardavo io non se lo cagava nessuno, l’ho praticamente scoperto, se ora è diventato mainstream è grazie a me che l’ho trasmesso al volgo ignorante.”

9. Chi ama il Cinema davvero non si ricorda le battute di un film a memoria, a meno che non ci si sia intrippato di brutto.

Chi invece ama il Cinema per finta si studia le battute su aforismi.it e Wikiquote, pregustando il momento in cui potrà sfoggiarle, totalmente ad minchiam.

10. Chi ama il Cinema davvero ne sa a pacchi, o ne sa il giusto, o ne sa poco, ma quel poco per lui conta.

Chi ama il Cinema per finta non ne sa un cazzo.

E TU? LO AMI DAVVERO IL CINEMA?

…Ah ecco, beh vorrei anche vedere, ci mancherebbe altro, grande bomber, al prossimo articolo!

(Non preoccuparti lettore MacGuffin. Io SO. Non biasimarti. C’è un po’ di maledetto poser hipsterino radical chic di merda in ognuno di noi. Si inizia con la cedrata Tassoni e si finisce a scrivere per il MacGuffin.)

JOIN US! Invia la tua candidatura con i tuoi dati a redazione@themacguffin.it.

Article written by:

Lucia Tiberini

Classe 1992. Dopo un'infanzia nella provincia di Perugia, dove trovo notti stellate e sagre del cinghiale, mi trasferisco a Bologna, dove trovo esami, vino e bonghi. Amo il mio ukulele (ma solo esteticamente: non so suonarlo), Dylan dog, gli arrosticini e non disdegno il cinema.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi