Focus

Prossimamente Atto I: i film più succosi al cinema da Settembre a Ottobre

Lo so, l’estate è finita e la vita fa schifo.

Ognuno affronta il trauma in maniera differente. Io, ad esempio, passo tutta l’estate a rifiutare categoricamente anche solo l’idea che il mondo possa continuare ad esistere dopo il 31 agosto. Il che funziona alla grande, fino a quando un bel giorno ti svegli ed è il primo settembre. Ed è solo a quel punto che mi faccio forza e affronto coraggiosamente la realtà.

Il primo passo per tornare alla normalità solitamente è aprire il sito dell’Università per controllare le date degli esami e gli orari delle lezioni.

Poi, dopo aver passato qualche giorno a piangere e ad autoflagellarmi, decido di tirarmi su andando a spulciare la lista dei film che vedremo in sala da qua alla fine dell’anno. Che niente ti aiuta a tirare avanti in questa esistenza come il buon vecchio Dio Hype.

Partiamo allora con la lista di quelli che per me sono i film più succosi che ci riserva ancora questo 2016 cinematografico.

SETTEMBRE 

Risultati immagini per jason bourne wallpaper 2016

“Io penso, riguardo all’idea di fare un altro film, che la storia, la ricerca di questo tizio della propria identità, sia finita, perché ormai ha avuto tutte le risposte. Non c’è modo di continuare con lo stesso personaggio […] Tuttavia, adoro Bourne e se Paul Greengrass mi chiamasse tra dieci anni, dicendomi “Ora possiamo farne un altro, perché sono passati dieci anni e ho trovato il modo di riportarlo indietro” io potrei rispondere solamente con un “sì, senza alcun dubbio“. Se ci sarà una grande idea dietro, potremmo tornare, ma ora come ora, la storia è già stata raccontata…”.

Detto, fatto. Difficile non sorridere rileggendo queste parole di Matt Damon, rilasciate durante il tour promozionale di The Bourne Ultimatum, che nel 2007 si pensava avrebbe chiuso la trilogia dedicata a Jason Bourne. Di anni non ne saranno passati proprio dieci, fatto sta che ora, dopo che The Bourne Legacy si era rivelato un vero e proprio filler, è finalmente giunto il momento di riportare alla luce la saga originale.

I dettagli della trama sono stati sapientemente celati, ma il nuovo film di Greengrass ha sorpreso piacevolmente la critica, rivelandosi, pare, un ritorno adrenalinico ed estremamente convincente. C’è poi questa storia di Matt Damon che pare pronunci appena 25 battute in tutto il film che onestamente mi intriga assai.

Ora però conviene andarsi a fare un ripassone generale della trilogia, che non mi ricordo quasi un beneamato.

Ecco perché l’hype è alto, ma con moderazione.

LIVELLO HYPE: 3.5/5 

Risultati immagini per INDEPENDENCE DAY resurgence wallpaper

Già sei mesi fa ho detto la mia su questo film, e in questo tempo il mio pensiero non è mutato: non vedo l’ora di gustarmelo in prima fila. Oh, che cosa vi devo dire, ho passato buona parte della mia infanzia a ritenere Independence Day la più grande figata che il mondo potesse creare. E anche quando ho cominciato a sospettare che forse non era proprio così, ormai quella mega-cazzatona di Roland Emmerich mi era entrata definitivamente nel cuore.

Di dare un sequel al film del 1996 si è parlato per anni, fino a quando Emmerich non ha deciso di riportare in vita la sua più illustre creatura per festeggiarne il ventesimo compleanno. Ma il buon Roland non si è certo fermato qui, perché a questo Rigenerazione seguirà presto un terzo capitolo ambientato interamente nello spazio. Stappare lo champagne proprio. E no, non è sarcasmo.

Triste ma vero, questa volta non sarà della partita Will Smith: troppo caro. Il buon Will si è comunque consolato andando a spennare la DC con le sue richieste contrattuali. Del cast originale ritornano invece Jeff Goldblum, tristemente sparito dal grande giro negli ultimi anni, e l’indimenticabile Bill Pullman, che nel primo capitolo vestiva gli imbarazzanti panni del Presidente degli Stati Uniti.

Sulla trama c’è poco da dire: gli alieni tornano più forti e più incazzati. E a me basta e avanza.

Perché so bene che sarà stupido, esagerato, schifosamente patriottico e volgarmente spudorato, ma so altrettanto bene che mi farà divertire ai pazzi.

Cioè, lo spero.

LIVELLO HYPE: 3.5/5 

 

Risultati immagini per i magnifici sette 2016

Come dicevo in questo articolo, l’originale I magnifici Sette è uno dei film più importanti della mia vita. Ecco perché non posso stare tranquillo all’idea di un remake di quel capolavoro.

Per chi non lo avesse mai visto, il film del 1960, a sua volta ispirato all’indimenticabile I sette samurai di Kurosawa, racconta la storia di 7 pistoleri che decidono di difendere un povero villaggio di contadini dalle scorribande del bandito Calvera.

Quando si parla di operazioni del genere, la prima cosa da fare è ovviamente andare a vedere chi c’è dietro. Diamoci un’occhiata:

Regia: Antoine Fuqua. Il buon Antoine è uno di quelli che non hanno ancora capito se stare dalla parte dei buoni o dei malvagi. Nella sua filmografia si trovano gran bei film come Training Day e The Equalizer, buoni film come Southpaw, mediocri film come Shooter, e poi Attacco al potere, che più che un film è un reato internazionale. Si spera che, ritrovandosi a lavorare con il vecchio Denzel, Fuqua decida di indossare i panni del supereroe, piuttosto che quelli del supercriminale.

Sceneggiatura: scritta a quattro mani da Nic Pizzolatto, talentuosissimo sceneggiatore di True Detective (la seconda stagione lasciamola stare), e Richard Wenk, che ha in curriculum roba come The Equalizer e The Mechanic e I mercenari 2. Insomma, poteva andarci peggio dai.

Cast: Come potete vedere dall’immagine, il cast è sicuramente molto interessante. Pare inoltre che il film si discosterà di parecchio dallo spirito dell’originale, buttandola di più sull’umorismo e sull’intrattenimento che sul western vecchio stile. Il che non è necessariamente un male.

Insomma, la curiosità c’è. Potrebbe davvero uscirne qualcosa di divertente, come potrebbe uscirne una gigantesca vaccata.

Nel dubbio, tengo a bada l’hype.

LIVELLO HYPE: 2.5/5 

OTTOBRE

  • SAUSAGE PARTY (6 OTTOBRE)

Risultati immagini per sausage party

So già che amerò alla follia questo film. E il motivo è semplicissimo: amo alla follia Seth Rogen, Evan Goldberg e la loro combriccola di amici idioti. Questo gruppi di simpaticissimi coglioni, dopo averci regalato due perle assolute come Facciamola finita e The Interview (che rischiò di provocare una guerra mondiale fra Stati Uniti e Corea del Nord), si cimenta ora in quello che si presenta come un volgarissimo e sboccatissimo film di animazione (in America è vietato ai minori di 17 anni).

E mi sembra di vederli i due sceneggiatori, Rogen e Goldberg, che a suon di bong e birre si mettono a buttare giù un plot di questo tipo: raccontare la storia della salsiccia Frank e dei suoi amici, che faranno di tutto per evitare di finire nello stomaco di qualche grassone americano per il 4 luglio.

A doppiare le simpatiche cibarie di Sausage Party ritroveremo l’intera crew di Rogen: dall’immancabile anima gemella James Franco fino a Jonah Hill, Danny McBride, Paul Rudd, Craig Robertson e pure un insospettabile Edward Norton.

Insomma, guardare questo film in italiano rischia di essere veramente un crimine. Ma porco giuda non vedo letteralmente l’ora.

P.s. qua potete trovare il trailer e altre info succose.

LIVELLO HYPE: 5/5

 

Risultati immagini per inferno wallpaper 2016

Quando vado a vedere che Angeli e demoni, ultimo capitolo della saga dedicata al professor Robert Langdon, è uscito addirittura nel 2009, mi viene da spararmi per la nostalgia. Ricordo ancora come mi fossi messo a leggere il libro di Dan Brown a pochi giorni dall’uscita del film, e di come me lo fossi letteralmente spazzato via in un lampo da quanto era maledettamente bello.

Ci avevo preso pure un 4 di storia dell’arte con il sorriso (promemoria: mai basarsi sulle informazioni reperite da libri di questo genere per sostenere una verifica).

Le trasposizioni de Il codice Da Vinci e di Angeli e demoni sono piaciute a chi non ha mai letto i libri, ma i fan del Langdon cartaceo sono usciti dal cinema sempre con l’amaro in bocca. Specialmente il primo capitolo era stata una delusione non da poco.

Fortunatamente anche questa volta, per quello che sarà presumibilmente il capitolo finale della trilogia (p.s. meno male che hanno saltato quel casino de Il simbolo perduto), Ron Howard ha potuto contare su un romanzo che è davvero una figata: Inferno.

Ambientato quasi interamente fra le vie di Firenze, Inferno vedrà il professor Langdon impegnato in una nuova corsa contro il tempo per fermare il piano di un nemico potente ed inquietante, che ha intenzione di cambiare per sempre il destino dell’umanità. E sì, si parlerà anche del caro vecchio Dante Alighieri.

Tom Hanks ritornerà ovviamente a vestire i panni di Robert Langdon, mentre come spalla femminile è stata scelta una delle tante donne della mia vita, Felicity Jones, quello splendore di donna che da dicembre tutto il mondo imparerà a conoscere come l’eroina di Rogue One, prequel di Star Wars in uscita a dicembre.

Contentissimo poi di vedere Ben Foster in un ruolo dal potenziale enorme (non vi dico nulla per non spoilerare). Spero veramente che il buon Ben abbia  finalmente trovato una parte che possa rendere onore al suo grande talento, visto che negli ultimi anni sono stati troppo pochi i film in grado di valorizzarlo. E no, Warcraft non è uno di quelli.

Insomma, le premesse sono buone. Incrociamo le dita. Hype comunque non altissimo, vista la qualità modesta dei film precedenti.

LIVELLO HYPE: 3/5 

 

  • DOCTOR STRANGE (26 ottobre)

Risultati immagini per DOCTOR STRANGE

Ed eccoci arrivati al vero pezzo da 90 di questi primi due mesi autunnali: Doctor Strange. Lo Stregone Supremo, che avrà il volto dell’amatissimo e incommensurabilmente talentuoso Benedict Cumberbatch, è pronto a fare il suo debutto all’interno del Marvel Cinematic Universe.

Per chi non lo sapesse, Stephen Strange è un potentissimo stregone, esperto di arti occulte, magia nera, mondi paralleli, illusioni e qualsiasi cosa di arcano e metafisico vi possa venire in mente. Le possibilità di un personaggio del genere sono sostanzialmente infinite, come ben si può notare dai trailer rilasciati (del primo abbiamo già parlato a queste coordinate), che per certi aspetti sembrano ricordare l’Inception di Christopher Nolan.

La scelta di Cumberbatch come attore protagonista, alla quale si è giunti anche grazie ad una sorta di plebiscito del mondo del web, è semplicemente perfetta ed esaltante. Il buon Benedict sarà poi circondato da un cast ricco di nomi di spicco, come è da tradizione di ogni film della Marvel: da Rachel McAdamsChiwetel Ejiofor fino a Tilda Swilton e a Mads Mikkelsen, che vestirà i panni del villain Kaecilius.

Lascia un pochino perplessa la scelta del regista/sceneggiatore Scott Derrickson. Il buon Scott ha al suo attivo quattro horror (Hellraiser 5, The Exorcism of Emily Rose, Sinister, Liberaci dal male) e un film di “fantascienza” (il remake di Ultimatum alla terra). Per riassumere un gran bel film, un film discreto e poi merda putrida.

Come ci è arrivato uno del genere a dirigere un film come Doctor Strange? Mistero. C’è da dire però che avere un horror-man alle prese con questo progetto potrebbe portare a sorprese interessanti. Chi lo sa. Ai posteri l’ardua sentenza.

Insomma, dopo gli stravolgimenti apportati da Civil War, il MCU è pronto ad entrare nel pieno della Fase 3. Una fase che introdurrà nel mondo della Marvel una nuova generazione di supereroi che sarà inaugurata proprio dal Doc Strange.

E niente, l’hype è ormai libero di scorrazzare per i campi senza alcun controllo.

LIVELLO HYPE: OVER 9000/5

Per ora facciamoci bastare questi bei titoli. Ci si rivede poi ad inizio novembre con Prossimamente Atto II, dove andremo a vedere i film in uscita negli ultimi due mesi del 2016.

Nel frattempo, buon settembre a tutti!

E che dio abbia pietà delle nostre anime.

Ricordatevi di fare un salto dai nostri amici di I Love CINEMA!!!

Article written by:

Roberto Lazzarini

25 anni, cresciuto fin dalla tenera età a film, fumetti, libri, musica rock e merendine. In gioventù poi ho lasciato le merendine perchè mi ero stufato di essere grasso, ma il resto è rimasto, diventando parte di quello che sono. Sono alla perenne ricerca del mio film preferito, nella consapevolezza che appena lo avrò trovato, il viaggio ricomincerà. Ed è proprio questo il bello.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi