Focus

Speciale “gnocca”: le 5 attrici più fiche e talentuose della storia del cinema

Avete letto bene. In questo articolo, il sottoscritto, assieme al contributo del suo amico testosterone, tenterà di stilare una “Top 5” piuttosto bizzarra. L’obiettivo è scovare le cinque attrici più fiche e talentuose della storia del cinema. Ben sappiamo che al mondo ci sono circa novecentomila miliardi di puttanelle che hanno recitato in maree di film hollywoodiani. Spesso, queste puttanelle, sono pure molto graziose. Anzi, spesso, quasi angeliche (devono recitare in produzioni mondiali, mi direte voi, è ovvio che non le scelgano brutte). Per esempio, una tale signora di nome Gwyneth Paltrow, è, a mio modesto parere, l’essere più perfetto creato da nostro Signore. Il mio amore per lei nasce ben 23 anni fa (mi trovavo ancora nella placenta) e da lì non è più venuto meno. Tuttavia vi è un problema. Gwyneth Paltrow ha le abilità recitative del mio cane bassotto (Giuliano), il che non le permette, assolutamente, di inserirsi in questa classifica.

Ecco. Siamo dunque arrivati alla conclusione che le attrici, per forza di cose, così brutte non possono essere; anzi, generalmente sono delle belle passere, degli esemplari femminei piacevoli alla vista. Ma quali sono quei casi in cui, a una bellezza sconfinata, si accosta un talento senza pari?

Andiamo a scoprirlo. Faccio una piccola premessa: una delle mie attrici italiane preferite è Anna Magnani. Un’interprete eccezionale, una donna tutta d’un pezzo, un’icona del cinema. Tuttavia bisogna sottolineare un piccolo particolare: era veramente brutta (un naso di proporzioni cosmiche). Dunque, anche lei, per esempio, non potrà fare parte della top, dato che le manca una delle due componenti.

Numero 5) – ISABELLE ADJANI

Una scena di Possession

Una scena di Possession

Sua maestà. Donna dai capelli neri di una bellezza immensa. Occhi di diamante. Francese di nascita. Signori: LA FRANCIA. La Francia è la chiave di tutto. Io amo follemente le francesi, ma per la top ho dovuto fare una cernita. Troppa bravura commista a bellezza, pensateci: Jeanne Moreau, Jane Birkin, Brigitte Bardot. Tuttavia bisogna fare una scelta. È stata dura, ma nella classifica ci può restare solo Isabelle.

Con Isabelle Adjani protagonista, personalmente, ho avuto l’occasione di vedere poca roba. Pochissima. Ma quel poco la fa entrare di diritto in classifica. È in Possession di Andrzej Zulawski del 1981 che costei dà prova di una recitazione senza tempo. In un film pazzo, grottesco, orrorifico, astruso, malato, indefinibile e indefinito come il Possession zulawskiano, la Adjani interpreta eccellentemente una madre squilibrata che tradisce il marito con una mostruosa creatura. Il suo sguardo magnetico e perverso è paragonabile a quello altrettanto folle di Jack Nicholson nello Shining kubrikiano. Una capacità recitativa immensa. Premendo questo link potrete fruire di una delle scene più terrificanti e realistiche mai girate (il clip non è consigliato ai deboli di stomaco). Attrice colossale. E bellissima.

Filmografia consigliata: L’inquilino del terzo piano, Roman Polanski, 1973; Nosferatu, il Principe della notte, Werner Herzog, 1979; Possession, Andrzej Zulawski, 1981.

Numero 4) – KIRSTEN DUNST

Sua maestà sul set di Melancholia

Sua Maestà sul set di Melancholia

Unica “giovane” presente in elenco. Il Signore l’ha posata sul nostro pianeta nel lontano 1982. Il cielo iniziò a tuonare. Dio in persona per l’occasione scese sulla terra tramite una lunga scala da lui costruita e cantò di fronte alla culla delle meravigliosa creatura delle sinfonie festanti. Era nata una divinità.

Kirsten Dunst non è magari così.. ehm.. figa. Voglio dire. Io la amo. Ma magari alcuni di voi diranno: “PFFF, MEGLIO MELISSONA SATTA! UNA BELLA PULEDRA!”. Ecco, per questi esseri viventi ci sono le Cliniche del suicidio in Svizzera. Comunque niente, di Kirsten non c’è molto da dire. Bellissima e bravissima. Per la prima volta sono quasi certo che la vidi recitare come mogliettina di Tobey Maguire in Spiderman di Sam Raimi. Ma potrei sbagliarmi. Attrice eclettica capace di incarnare divinamente qualsiasi tipo di ruolo: la bambina lesa in Jumanji, la fidanzata innocente nel sovracitato Spiderman, la “Claudia” di Intervista col vampiro, Maria Antonietta in Marie Antoinette di Sofia Coppola, per finire col ruolo della vita, la protagonista di uno dei grandi capolavori di Lars Von Trier, Melancholia, dove impersonifica magistralmente una sposina afflitta da palesi turbe psichiche. Attrice giovane e matura. E figa.

Filmografia consigliata: Intervista col vampiro, Neil Jordan, 1994; Il giardino delle vergini suicide, Sofia Coppola, 1999; Spiderman, Sam Raimi, 2002; Marie Antoinette, Sofia Coppola, 2006 (sì, mi piace Sofia Coppola); Spiderman 3, Sam Raimi, 2007; Melancholia, Lars Von Trier, 2011; On the road, Walter Salles, 2012.

Numero 3) – CLAUDIA CARDINALE

Sul set di C'era una volta il West

Sul set di C’era una volta il West

Occhi scuri come il carbone. Capelli meravigliosamente mediterranei. Due “bombe” a orologeria. 174 centimetri. Lineamenti dolci, sinuosi, amorevoli, tenui, morbidi, pacati. Delle forme da vera donna.

Costei rappresenta la perfezione oramai irraggiungibile (anche perché oramai la perfezione è rappresentata, a quanto pare, da quella scopetta sifilitica di Chiara Ferragni).

Comunque non c’è molto da dire. Un’attrice tutta d’un pezzo. Uno sguardo severo e incisivo. Una recitazione sobria e composta che ha dato luogo a interpretazioni perfette. Ha preso parte, nel corso della sua lunga carriera, a una marea di pellicole ad oggi divenute veri e propri baluardi della storia del cinema. La prima volta che vidi Il Gattopardo rimasi scioccato da questa scena: lo sguardo più penetrante mai visto. Fra le attrici più grandi mai esistite. Ti amo Claudia.

Filmografia consigliata: Rocco e i suoi fratelli, Luchino Visconti, 1960; , Federico Fellini, 1963; Il Gattopardo, Luchino Visconti, 1963; C’era una volta il West, Sergio Leone, 1968 (ruolo della vita); Fitzcarraldo, Werner Herzog, 1982.

Numero 2) – MIA FARROW

Viso angelico

Una scena di Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York

Mia Farrow. Siamo oramai a ridosso della prima posizione. Definirla figa sarebbe da maleducati. Piuttosto, oserei dire, angelica. Una delle attrici più grandi al mondo. Ex moglie storica di Woody Allen. Almeno cinque “ruoli della vita”. Bella come il sole (naturalmente la preferivo quando aveva venticinque anni, ma anche adesso non scherza); un talento immenso. La sua interpretazione migliore? In Rosemary’s Baby (Polanski, 1968), dove interpreta una donna che viene ingravidata da una setta satanica: eccelsa.

Filmografia consigliata: Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York, Roman Polanski, 1968; qualsiasi film di Woody Allen dove lei è protagonista. Qualsiasi. Se proprio ne devo scegliere uno: Hannah e le sue sorelle, 1986.

Numero 1) – ANNA KARINA

Anna Karina nel ruolo di Marianne ne Il bandito delle ore 11

Anna Karina nel ruolo di Marianne ne Il bandito delle ore 11

Vi stavo prendendo in giro. Di donne francesi, in classifica, non c’è solo Isabelle Adjani. Ma c’è anche lei, Anna; e ricopre pure la prima posizione. Una divinità, icona della Nouvelle Vague. Non ho altro da aggiungere. Grazie ai lettori di TheMacGuffin. A scrivere questo articolo mi sono sentito molto Alfonso Signorini/Sandro Mayer. Wiwa la ****.

Filmografia consigliata: La donna è donna, Jean-Luc Godard, 1961; Agente Lemmy Caution: Missione Alphaville, Jean-Luc Godard, 1965; Il bandito delle ore 11, Jean-Luc Godard, 1965, Lo straniero, Luchino Visconti, 1967.

Ps: se avete delle réclame tipo: “MA SCUSA E JENNIFER LAWRENCE DOV’È?”, oppure “MA GRACE KELLY NON L’HAI MESSA? SEI UNO SCEMO”, mandate una mail a specialegnocca@gnoccachesadignocca.forzagnocca. Io e il mio staff (il sottoscritto e Giuliano, il bassotto) vi risponderemo uno per uno.

Article written by:

Lorenzo Montanari

“Il ragno rifugge dal bugigattolo, ma è ben attento alla preda. Sarà l’ora di fare un bagno, Edison?”

Sestri Levante, Genova, Italia.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi