In sala

Ocean’s 8: semplicemente il film dell’estate 2018

Ocean’s 8: semplicemente il film dell’estate 2018 My rating: 4 out of 5

Ocean’s 8: la vendicativa e altrettanto affascinante sorella di Danny Ocean  non riesce a star lontana dai guai, come da tradizione di famiglia.

Fine Luglio.

L’estate entra nella fase letteralmente più calda. Il termometro segna 35°. Hai appena terminato a fatica una sessione estiva più che mai dispendiosa all’università. È prevista una tappa della Bobo (Vieri) Summer Cup nella tua città. Le ferie sono vicine e finalmente la tua pelle lattiginosa subirà dei profondi cambiamenti sperimentando tutte le sfumature di rosso.

La tua testa è già in vacanza ma viene improvvisamente colpita da una notizia bomba: nelle sale cinematografiche esce finalmente Ocean’s 8, lo spin-off della trilogia Ocean’s, una saga che negli anni 2000 ha ottenuto un enorme successo e che ha segnato un’epoca, soprattutto grazie al cast stellare che poteva vantare (George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon, Julia Roberts, Andy Garcia, Casey Affleck – qualcosa come 6 Oscar sparsi qua e là!).

A PROPOSITO DI CAST

Ocean’s 8 è un film tutto in salsa rosa, incentrato sull’organizzazione e la realizzazione del “colpo del secolo” (no, non è l’acquisto di Cristiano Ronaldo), una rapina multimilionaria durante l’evento più fashion del globo: il Met Gala di New York.

Quale città più indicata della Grande Mela, quale circostanza più indicata del party più glamour dell’anno, ma soprattutto, quale attrice più indicata di Sandra Bullock (54 anni e non sentirli), vero e proprio deus ex machina del colpo, per architettare il tutto?

Nei panni di Debbie Ocean (sorella del – a quanto pare – defunto Danny), spetta proprio all’attrice premio Oscar per The Blind Side l’arduo compito di creare una squadra all’altezza dell’opera principale e, più di ogni altra cosa, capace di attirare gente al botteghino durante il periodo dell’anno più caldo e, se possibile, spensierato.

È proprio in questo senso che si orienta la scelta di Gary Ross, regista del film prodotto dalla Warner Bros., che per Ocean’s 8 scrittura un mix tra dive di Hollywood (Anne Hathaway, Cate Blanchett, Helena Bonham Carter, Sarah Paulson, Mindy Kaling) e stars dello showbiz (Rihanna, Awkwafina), tutte coinvolte nel “colpo del secolo”.

Perché tutte donne?

Perché “Un lui si nota, una lei si ignora e noi vogliamo essere ignorate” – Debbie Ocean dixit.

IL FILM DELL’ESTATE

L’estate è un momento della stagione alquanto infelice per noi cinefili e trovare un film per cui valga la pena rinunciare a mojito, happy hour in riva al mare o a separarsi dalla preziosissima aria condizionata in camera, è molto difficile, ma con Ocean’s 8 andate sul sicuro.

Perché Ocean’s 8 è il film dell’estate?

Beh, l’ultima volta che figurava il numero/la parola “otto” nel titolo di un film la regia era firmata Quentin Tarantino e una tormenta di neve costringeva una diligenza ad accasarsi in un emporio nel Wyoming, quindi le aspettative per questo film erano abbastanza alte e il sopracitato cast non ha fatto altro che accrescere in me un hype smisurato.

Sandra Bullock, Helena Bonham Carter, Hanne Hathaway e Cate Blanchett su tutte, dimostrano di essere delle formidabili attrici dotate di una classe innata (qualora ce ne fosse bisogno) e protagoniste di simpatiche gag che un pubblico come quello estivo non può che apprezzare.

Alcune lacune di sceneggiatura passano in secondo piano grazie al ritmo frenetico con cui il piano viene imbastito (e messo in pratica) e, in modo particolare, grazie ai frizzanti botta e risposta di Rihanna (nei panni dell’hacker Nine-Ball) & company.

ANCHE L’OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE

Last but not least, avete idea di cosa sia il Met Gala?

In sostanza, tutti i vip più importanti del pianeta partecipano annualmente a una serata in cui viene effettuata una raccolta fondi per il Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute di New York e sono i protagonisti di un esclusivo red carpet che, analogamente a ciò che accade durante la “Notte degli Oscar”, ne è il prologo.

Gary Ross con il suo Ocean’s 8 ripropone, per la felicità di entrambi i sessi, in maniera più fedele possibile questa circostanza attraverso i reali protagonisti di questi palcoscenici (sorelle Kardashian incluse!).

Una Sandra Bullock semplicemente divina, per rendere l’idea.

Beh, cosa aspettate? Mollate tutto e fiondatevi nelle sale cinematografiche: Ocean’s 8 è il film dell’estate 2018! Garantisce il MacGuffin.

Article written by:

Avatar

Nato a Bari (No, non si pronuncia BERI), il 13/09/94. Studente in Scienze dei servizi giuridici a Benevento. Portare il nome del gatto più celebre della Warner Bros. comporta grandi responsabilità. Pur non essendo un personaggio dei Looney Tunes, ammetto di essere alquanto lunatico: per esempio oggi il mio film preferito è Annie Hall; il mio analista non è d'accordo con me, preferisce Pulp Fiction. Beh come dargli torto, credo di avere un poster di Uma Thurman che fuma una sigaretta nella mia camera da letto. Il CINEMA è fantastico proprio per questo, concede libertà creativa e di scelta sia agli addetti ai lavori che ai fans come me (e come te). Le stesse libertà che mi permettono di scrivere per voi e condividere flussi di pensieri di una mente cinefila come la mia. Ho un grande sogno nel cassetto: diventare doppiatore. Sono certo che un giorno ci riuscirò, in questa vita o nell'altra.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi