west
Old Movies

Appaloosa: il West secondo Ed Harris

Appaloosa: il West secondo Ed Harris My rating: 4 out of 5

Nel Vecchio West di Appaloosa le donne sono più pericolose dei fuorilegge.

west

Virgil Cole ed Everett Hitch sono due sceriffi del vecchio West chiamati ad Appaloosa (New Mexico) per riportare l’ordine in città. Randall Bragg, uno stupendo Jeremy Irons in versione cowboy, terrorizza la città col suo fucile. Ha già ucciso il precedente tutore della legge e i due devono quindi cercare di assicurarlo alla giustizia senza rimetterci la pelle. Le premesse sono quelle del più classico dei western: Viggo Mortensen e Ed Harris sono i due eroi che cavalcano solitari all’orizzonte, cercando di riportare l’ordine dove è richiesto. E Bragg è il perfetto cattivo da manuale, spietato ma pur sempre affascinante.

A questo punto entra in gioco un altro elemento tipico: la pulzella, Allie French, interpretata da Renée Zellweger (più antipatica che mai, a mio avviso). Ma il suo ruolo, al centro di un triangolo pericoloso dove si preparano scontri tra amici e nemici, non è quello della damigella da salvare, bensì di intrigante femmina in grado di piegare al suo volere anche gli uomini più retti o i più temuti.

west“Il triangolo no, non l’avevo considerato…” e neanche il povero Virgil (alias Ed Harris), che, irretito dalla bionda signorina, si trova a dover scegliere tra i valori che ha sempre seguito e che, di fatto, compongono la sua persona, e il sogno di una vita normale, insieme a qualcuno. Fondata su una menzogna, come si scoprirà durante la visione, ma pur sempre una vita fatta di qualcosa di più di una legge ormai dimenticata, di un’etica che solo l’amico condivide; basta cavalcate al tramonto, benvenute cenette a due. In questo dilemma si inserisce Irons come elemento catalizzante ed insieme disturbante: è la sua presenza ad averli attirati lì, ma è la sua prestanza a distogliere la Zellweger da ben più saldi principi. Solo Everett (Viggo Mortensen), con i suoi silenzi e i suoi sguardi indagatori sembra capire cosa sta succedendo, mentre tutti perdono la bussola dietro a quei capelli biondi.

westI suoi passi seguono quelli del compagno, i suoi occhi vedono le stesse cose e il suo fucile consegna la stessa legge di Virgil, ma Everett misteriosamente non cede al fascino femminile e conserva così la sua muta lucidità. Poche sono le parole che pronuncia, ma sempre precise e dirette, capaci di scavare dentro l’amico senza però riuscire a mostrargli la verità. Solo un’azione coraggiosa potrà liberare lo sceriffo da questo fardello, così da regalargli quel futuro tanto agognato. Ed Harris regista sembra volerci porre l’ardua sentenza finale: il suo gesto sarà servito a qualcosa?

Fughe, cacce all’uomo, tradimenti e un duello da manuale fanno di Appaloosa un western che riscrive la tradizione in nome di una più delicata introspezione dei personaggi. Uomini duri che non fanno mistero della loro dolcezza né dei loro desideri; eroi dal cuore tenero pronti a poggiare il Winchester in nome di un amore – fraterno o carnale. E il cowboy solitario che ci aspettiamo di trovare nella figura, rugosa e segnata dal West, di Harris, ha invece le asciutte fattezze di Mortensen che si rivela il vero eroe silenzioso del film. Il deserto ripreso nei meravigliosi campi lunghi aspetta il suo cavallo, da solo.

Un film romantico, dunque, seppur ambientato nel vecchio West, luogo che nell’immaginario comune è invece scevro di sentimenti più profondi di un bicchiere di whisky. Ma anche un film in cui non manca l’azione o la tensione, scatenata dai legami tra i quattro personaggi, e dove l’immensa bravura degli attori colma gli spazi e i silenzi. La fotografia elegante completa la pellicola donandole carattere (nei primi piani dei protagonisti) e malinconia (nei paesaggi assolati), per una storia in grado di soddisfare tanto gli appassionati di western quanto chi è alla ricerca di un dramma in grado di stupire fin dalla prima visione.

west

Article written by:

Giulia Cipollina

28 anni, laureata, lavoro in un negozio di ottica e fotografia. Come se già non bastasse essere nerd: leggo tanto, ascolto un sacco di musica e guardo ancora più film - ma almeno gli occhiali per guardare da vicino posso farmeli gratis.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi