Old Movies

Batman v Superman: Dawn of Justice

Batman v Superman: Dawn of Justice My rating: 3.5 out of 5

Batman v Superman: Dawn of Justice rischiava di rivelarsi una micidiale accozzaglia di idee e personaggi condensati incoerentemente in un unico film. Io stesso ero molto scettico sul progetto, ma per fortuna avevo torto.

Lo dico subito: Batman v Superman: Dawn of Justice non è affatto il disastro che tutti prevedevano. Il regista Zack Snyder è riuscito ad equilibrare le parti dei due supereroi che danno nome al film, rendendo la loro coesistenza e il successivo scontro plausibili. Clark Kent/Superman rimane il personaggio intorno al quale gira il dilemma morale del film: nonostante si agisca per il bene, è giusto ergersi al di sopra degli altri individui in nome della giustizia?

La prima parte del film analizza approfonditamente i punti di vista dei due protagonisti, mettendone in evidenza i contrasti e portando i due a uno scontro ideologico inevitabile. Per questo motivo Snyder ha messo a segno un punto molto importante, giustificando quello che è a tutti gli effetti l’apice dell’opera: la battaglia tra Superman e Batman.

has-batman-vs-superman-already-revealed-its-opening-scene-678628

Ora parliamo della scelta di casting più discussa degli ultimi anni: Ben Affleck è perfetto. Il suo Bruce Wayne è un uomo consumato fisicamente e moralmente, disilluso dalla possibilità di poter estirpare il male. Quando lo si vede in costume è spettacolare. Visivamente parlando è ineccepibile e la performance all’altezza (comunque Affleck dopo Gone Girl non ha più niente da dimostrare).

Dal punto di vista strettamente visivo, gli attori scelti per impersonare Batman, Superman e Wonder Woman sono in parte. Convince meno il Lex Luthor di Jesse Eisenberg che, pur trattandosi di un ottimo attore, risulta sin troppo sopra le righe e vicino al Joker di Heath Ledger.

jesse-eisenberg-lex-luthor

Chi ha visto qualsiasi altro film di Snyder sa comunque cosa aspettarsi: una regia tamarra all’inverosimile e un montaggio forsennato. E qui finiscono i pro e iniziano i contro di questo film ambizioso, ma riuscito solo in parte. Se nella prima metà il film, grazie ai ritmi più dilatati (per quanto fosse possibile visto il regista) e ad una maggiore attenzione data allo sviluppo della trama, non soffre dei tempi dettati dalla regia, nella seconda parte purtroppo si ricade nello stesso difetto di Man of Steel: troppo spazio ai combattimenti e alcuni risvolti della trama messi nel dimenticatoio.

Inoltre, il già citato stile registico di Snyder diventa esageratamente invadente e confusionario, rendendo la battaglia finale caotica e a tratti incomprensibile. Detto ciò, è innegabile che questo tratto distintivo possa piacere. Aggiungeteci poi la visione in 3D e il mal di mare è assicurato!

Batman-v-Superman-Dawn-of-Justice-trailer

A conti fatti, chiudendo un occhio, Batman v Superman: Dawn of Justice risulta comunque un blockbuster imponente ed ambizioso, che non rinuncia a proporre una riflessione filosofica sulla figura del “giustiziere”. E diverte, poggiando quantomeno lo spettacolo portante (Batman contro Superman) su delle basi solide.

Article written by:

Mauro Paolino

Classe 1996, inizia a scrivere recensioni cinematografiche all'età di 15 anni. Appassionato di cinema, scrittura e storia dell'arte moderna, passa le sue giornate a guardare film, scrivere sceneggiature scadenti e coltivare la sua barba, nella falsa convinzione di sembrare un ragazzo intellettualmente impegnato.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi