Spotlight

Sad Affleck: a cosa pensava il povero Ben?

Ok, va bene che Internet è un mondo infido e bastardo. Però dai Ben, anche tu…
Già quando hanno annunciato che saresti stato il nuovo Bruce Wayne alias Batman in Batman v Superman: Dawn of Justice si era scatenata la fiera delle pernacchie e delle prese per il culo in giro per il mondo. Va detto, del tutto immeritate, perché io ho sempre creduto in te. Però dai, Ben, lo sapevi già come funziona il mondo del web.
Lo hai detto tu stesso: pure quelli della Warner all’epoca ti avevano avvisato di non bazzicare in giro per la rete nelle ore successive all’annuncio. Ma tu niente. Ti eri fatto il tuo bel giro sui forum e ti eri letto la tua bella scorpacciata di insulti, prima di spegnere il computer in lacrime. Parole tue eh, non invento nulla.
E oggi cosa mi combini? Proprio ora che il tuo nome è sulla bocca di tutti? E proprio ora che sono quasi tutti d’accordo nel ritenerti probabilmente il miglior Batman mai apparso sullo schermo cinematografico, ti tatui un bersaglio dritto dritto sulla fronte in questa maniera?
Come dite? Non sapete di cosa sto parlando? Allora date un’occhiata al video che nel giro di due giorni ha macinato bene 13 MILIONI di visualizzazioni.

Uno spettacolo struggente. Messo di fronte alle critiche ricevute dal film di Snyder, Ben cade in uno stato catatonico. E mentre quel belloccio di Henry Cavill respinge le accuse con il suo bel sorriso luccicante, Ben è ormai letteramente sull’orlo delle lacrime.
Straziante poi è il momento preciso in cui il suo cuore si infrange in mille pezzi. Ve la ricordate la puntata dei Simpson in cui Bart fa vedere e rivedere a Lisa il momento in cui spezza il cuore a Ralph Winchester? Ecco, uguale.
Ben inizialmente ci prova a prenderla sul ridere. Stringe le chiappette, indurisce gli addominali, incassa da campione. Ma poi qualcosa fa breccia. Lentamente, inesorabilmente, la maschera che è costretto a portare in giro da settimane in giro per il mondo si sgretola. E allora lo vediamo. Nudo, indifeso, in balia dei propri demoni. L’agonia di un’uomo che si consuma davanti ai nostri occhi.

Ma cosa gli girava nella mente in quei lunghissimi momenti? Con un po’ di fantasia, possiamo anche immaginarcelo:

 Ma perché l’ho fatto… ma perché… ma cosa ci faccio qui a dire cazzate di fianco a questo bietolone tutto muscoli e mandibola? Lo so anche io che il film è una merda… non c’è bisogno che questo stronzo di giornalista qua davanti me lo ricordi. Ma lo sapevo che sarebbe finita così… ed è solo colpa mia
Ero uno dei registi emergenti più acclamati del mondo. Cazzo, quanto mi piaceva scrivermi i miei film. Gone Baby Gone, The Town, Argo, non sbagliavo un colpo. Pure l’Oscar mi avevano dato, alla faccia di tutti quelli che pensavano fossi solo un bel faccino da mettere nei filmacci. Tutta colpa di quel fottuto Michael Bay, che con Armageddon ha provato a disintegrarmi la carriera. E ok, va bene, è anche colpa mia che ho accettato di mettermi quella ridicola tutina rossa in Daredevil. Non li avessi mai fatti quei due maledetti film…

Però mi ero rimesso in pista, ed ero riuscito a guadagnarmi faticosamente il rispetto del pubblico. Ok, l’Oscar lo avevo già vinto con Will Hunting, ma quella volta tutti erano andati a succhiare il cazzo a quella faccia d’angelo di Matt. Per me niente, solo qualche pacca sulla spalla. Bella roba
Ma ora ero finalmente riuscito schiaffare il mio nome sulle locandine senza che nessuno facesse brutte facce quando lo leggeva. E, soprattutto, avevo messo le mani sulla regia de l’Ombra dello scorpione di Stephen King. Cazzo… era tutto pronto… probabilmente mi avrebbero fatto scrivere anche la sceneggiatura. Controllo totale su una storia che aveva tutto per essere un successo planetario. E invece mi sono fatto fottere dalla Warner.

 

Dovevo chiudergli il telefono in faccia. Come con quelli della Vodafone: “pronto signor Affleck? Buongiorno, la chiamo dalla Warn“BUM!!! Giù la cornetta. Con disprezzo e maleducazione. E invece no, ho dovuto ascoltare. Hanno cominciato a riempirmi le orecchie di lodi e complimenti, di come volevano cagare in testa alla Marvel, di come sarei diventato ancora più famoso, ricco e potente. Che insieme avremmo fatto la storia del cinema, che avrei potuto comprare ai miei figli la mia action figure, che mi avrebbero fatto scrivere e girare solo il film su Batman…
Ora, va bene non aver messo giù subito, ma quando mi hanno fatto il nome di Snyder… ma che imbecille che sono stato. Avrei dovuto lanciare il telefono dalla finestra. Cioè cazzo, io sono un regista. E lo sapevo che Snyder è il clone tamarro di Michael Bay, con l’aggravante di essere stupido e senza talento. Ma come ho potuto accettare?

Non c’è niente da fare, devo ammetterlo… il fiasco di Daredevil mi è rimasto qua. Ci puntavo un sacco su quel film, e invece ci ho rimediato solo figuracce. E l’idea di mettermi nei panni di un personaggio figo come Batman non poteva non galvanizzarmi. C’era poi che quando fai un film di supereroi, oltre che ti pagano da fare schifo ai santi, ti pompano anche come un cinghiale. E ultimamente, stando dietro la macchina da presa, mi ero effettivamente un po’ imbolsito. 
Sul set di Gone girl ho provato a buttarglielo a quella figa astrale della Ratajkowski, ma mi sono sentito dire che sembravo un panzerotto imbronciato. Maledetta puttana. E allora sai che c’è? Mi pompo abbestia e divento un ammasso di muscoli pieno di Batcarisma. E per di più oscuro. Voglio vedere se poi non me la dai
Ma cosa sto dicendo… non me la darà mai. Ora che questo film sta facendo ridere tutta la critica la mia carriera è nuovamente finita… sarò schiavo di questo fottuto personaggio per mille film, e se proverò anche solo ad accennare all’idea di tirarmi indietro, quelli della Warner mi tolgono pure le statuette

Oddio… sono due ore che penso ai cazzi miei e sto coglione qua di fianco a me non la smette un attimo di parlare. Ma di che sta parlando? Oddio, e se ora mi chiedono di aggiungere qualcosa che cazzo dico? Aspetta aspetta… ripigliamoci un attimo e torniamo nella parte. Pensa alle minne della Emily. Fallo per loro. Un giorno saranno tue. Vai Ben, sei sempre il migliore, vedrai che ne uscirai. Forza e coraggio.

Dai Ben, tirati su! Il film sarà una merda, ma il tuo Batman è davvero una gran figata! Ora pensa a sopravvivere a questa promozione infinita, e poi scrivi un film sul Cavaliere Oscuro come dio comanda. E soprattutto taglia la gola a Snyder e costringi la Warner a fartelo dirigere. E vedrai che quando Emily vedrà i dati del box-office si presenterà direttamente a casa tua. E allora altro che #escile.

                 “Ridi ridi, che tanto te lo butto così a fondo che manco con la kryptonite riusciranno ad estrarlo”

Article written by:

Roberto Lazzarini

25 anni, cresciuto fin dalla tenera età a film, fumetti, libri, musica rock e merendine. In gioventù poi ho lasciato le merendine perchè mi ero stufato di essere grasso, ma il resto è rimasto, diventando parte di quello che sono. Sono alla perenne ricerca del mio film preferito, nella consapevolezza che appena lo avrò trovato, il viaggio ricomincerà. Ed è proprio questo il bello.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi