Trailer

Game of Thrones 7 – Il trailer è arrivato, la guerra finale pure

Eccovi il trailer definitivo della settima stagione di Game of Thrones: siete pronti alla battaglia finale per la supremazia su Westeros?


La notizia che alla fine di Game of Thrones manchino solo 13 episodi in totale ha precipitato nello sconforto e nella confusione paralizzante il 99% della popolazione mondiale, facendo schizzare alle stelle il seguente trend-topic: “Come cazzo faranno gli sceneggiatori a chiudere tutte le storylines e le questioni ancora in sospeso in meno di dodici ore?”. Mistero dei Sette Dei. Nel frattempo ci godiamo questo trailer al cardiopalma che ha già fatto fermare più cuori del caldo estivo (“bevete tanto, non uscite nelle ore più calde, mangiate frutta fresca”).

 

“Nemici da est, nemici da ovest, nemici da sud, nemici da nord”.

Così esordisce la sempre cazzutissima Cersei, chiarendo una volta per tutte di non essere affatto preoccupata per un robina da nulla come un’invasione simultanea di Estranei, Uomini di Ferro, Dothraki e Dorniani incazzati neri. Il fido Jaime, il cumulo d’oro dei Lannister e gli eserciti al suo servizio spalancano gli otri della sua sicumera, ma sarà sufficiente? Basteranno l’acume politico, il doppiogiochismo e la voglia di rivalsa della nostra Regina Madre? La forza sovrumana del redivivo Robert Strong a.k.a. ser Gregor Clegane (l’avrebbero soprannominato “Sentenza” se non fosse già stato il nomignolo di Gianni Comandini) basterà a salvarla dalla profezia che la condanna?

Nel frattempo assistiamo al commovente ritorno a Roccia del Drago di Daenerys, accompagnata dal suo codazzo di cavalli&cavalieri, mentre al Nord ser Davos della Cipolla – come suo solito – si dimostra l’unico ad aver capito un cazzo di qualcosa dalla vita: “Uniamoci, altrimenti gli Estranei faranno di noi carne da porco”. Voglio dire, non è che ci voglia un genio, eppure…

Risultato immagine per jon snow game of thrones 7

Il suggerimento leopardiano (vedi La ginestra vv. 111-149, “social catena”) di ser Davos è più veritiero che mai, visto che ormai si è capito quale sarà il trend di Game of Thrones d’ora in avanti: chi riuscirà a federare le varie fazioni contro il pericolo comune, evitando così una fatale lotta fratricida? Chi invece farà il gioco degli Estranei? Riuscirà Jon Snow (“THE KING IN THE NOORTH!”) a bombarsi selvaggiamente Daenerys come vorremmo fare tutti quanti noi convincere i regnanti del Sud (Daenerys in primis) del fatto che un’orda di zombie ghiacciati figli di puttana sta arrivando per radere al suolo il rasabile?

Altro tema caldo è la reunion della famiglia Stark: umiliati, mutilati, vituperati, infangati, bruciati, accoltellati, stuprati e distrutti, ai giovani lupi del Nord si prospetta finalmente il momento del riscatto e – nel mentre – dovranno salvare Westeros da morte certa. Quindi non vediamo l’ora di rivedere Arya, Sansa, Jon e Bran tutti insieme, magari con Daenerys e Tyrion, per la battaglia finale. Perché è questo il punto: le pedine sono sulla scacchiera, i pezzi cominciano a muoversi e ormai non resta che terminare la partita del gioco del trono. Solo i forti resisteranno.

Tra baci lesbo, battaglie campali, tormente di neve e dichiarazioni di morte si chiude questo trailer che ci immerge direttamente nella penultima stagione di uno degli show più seguiti di sempre, già uno dei più cliccati della storia del web e latore di un messaggio chiaro ed evidente: niente più menate ed intrighi di palazzo, da qui in avanti si va dritti verso la roboante, dolorosa ed epica fine di tutte le cose.

Article written by:

Federico Asborno

L'Asborno nasce nel 1991; le sue occupazioni principali sono scrivere, leggere, divorare film, serie, distrarsi e soprattutto parlare di sé in terza persona. La sua vera passione è un'altra però, ed è dare la sua opinione, soprattutto quando non è richiesta. Se stai leggendo accresci il suo ego, sappilo.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi